educare cucciolo labrador stare da solo

Lasciare il cucciolo da solo

Talvolta lo stile di vita di chi desidera un nostro cucciolo non consente loro di accogliere un cucciolo, a maggior ragione un Labrador.

Nonostante il desiderio e le buone intenzioni diventiamo molto persuasivi e riusciamo a far capire che sarebbe un disastro per entrambi.

Altre volte, più spesso sono famiglie normalissime che durante la settimana dovranno lasciare il cane da solo per qualche ora e si pongono il problema di riuscire nella gestione.

A qualsiasi età un cane lasciato in casa da solo troppo a lungo  accumula ansia. Si tratta di capire cosa e sostenibile e cosa è impossibile.

E’ impossibile abituare un Labrador a vivere senza la sua famiglia per una intera giornata e questo per cinque giorni a settimana.

E’ possibile abituare un cane Labrador a stare senza la sua famiglia per alcune ore della giornata anche tutti i giorni.

Spesso chi prende un cucciolo si organizza con il lavoro per fare un fine settimana lungo.

Seguire il cucciolo nei primi giorni nella nuova abitazione e con nuove persone è una bellissima idea.

E’ anche il modo migliore per insegnare al cucciolo a gestire le ore che nella normale settimana lavorativa dovrà passare da solo. Sono delle mattinate o dei pomeriggi che il cucciolo dovrà passare da solo sapendo che a breve qualcuno rientra per passare un po di tempo con lui.

I primi giorni placare l’entusiasmo dei bambini e non solo è sempre buona cosa.

Aspettare che sia il cucciolo a cercarci per farsi fare delle coccole. Poi il cucciolo avrà bisogno di riposare ed è il momento di lasciarlo tranquillo e casomai allontanarsi. E’ importante che il cucciolo anche dai primissimi giorni stia anche da solo e che al nostro arrivo il salutarlo non sia il primo gesto.

Anche da adulto un cane andrebbe salutato dopo che abbiamo sistemato le nostre borse o i nostri giubbotti.

Far passare qualche minuto prima di dedicarsi a lui lo aiuta a gestire il suo entusiasmo e a stare calmo alla nostra vista.

Educare il cucciolo alla nostra assenza

L’esercizio da fare è quello di lasciare il cucciolo nella sua stanza o in giardino per qualche minuto. Aumentare man mano il tempo di solitudine seppur siamo in casa. Se si agita troppo dovremo diminuire il periodo e aumentarlo successivamente. Non correre al primo lamento o rumore molesto.

Importante è NON insegnare al cucciolo che più lui si lamenta o fa casino prima noi corriamo.

Cose da fare prima di uscire che aiutano il cucciolo a stare tranquillo in nostra assenza:

  • Giocare un po con lui
  • Una bella passeggiata
  • Dargli da mangiare in modo che possa fare il riposino della digestione
  • Lasciargli il suo gioco per distrarsi un po al suo risveglio
  • Talvolta una radio accesa può essere un suono familiare che lo lascia sereno
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.